play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • cover play_arrow

    Live

play_arrow

L'Ora Illegale

L’Ora Illegale #37

today02/02/2023 39 2

Sfondo
  • cover play_arrow

    L’Ora Illegale #37 fraontheblock


Le molte vite di una ragazza di talento: Kira Roessler. Ovvero: come passare a suonare da una delle varie migliaia di band di adolescenti brufolosi dell’area di L.A., i Twisted Roots (peraltro assieme al fratello Paul Roessler, poi fondatore dei DC3 e a Pat Smear già con i Germs), alla band più importante, famosa e seminale di tutta la storia del punk e dell’hardcore americano: i BLACK FLAG.
Nessun passaggio intermedio: dal pressoché nulla al top, e sostituendo al basso, più che egregiamente, un gigante del genere quale è stato (ed è) @Chuck Dukowsky! Con i Black Flag (Henry Rollins, Greg Ginn e Bill Stevenson) Kira rimane 3 anni, suonando in centinaia di concerti in giro per il mondo e registrando ben 5 album in studio pazzeschi.
Finita l’avventura Black Flag la musica continua. Forma assieme a Mike Watt dei Minutemen i DOS, band strumentale composta da soli due bassi elettrici, con cui sfornano ben 4 album! E poi comparsate qua e là mica da ridere: DC3, Alice Bag, Minutemen, Nig-Heist… fino ai Gimmie Gimmie Gimmie, “cover band” di musicisti originariamente tutti già con i Black Flag, che nel disco omonimo del 2010, reinterpretano in chiave “american music”(country, r&r, jazzy-crooner), alcuni brani storici del gruppo.
Oggi continua a suonare il basso e cantare, semplicemente come KIRA, con una sua band. ottima musica, direi abbastanza indefinibile, oscura e ipnotica, a tratti inquietante ma sempre molto elegante.
e… dimenticavo…a fianco della sua carriera di musicista, KIRA lavora come tecnico del suono per l’industria cinematografica. Tra i suoi lavori più importanti: il montaggio sonoro di numerosi film tra cui “Confessioni di una mente pericolosa” e la saga “Twilight”. Nel 2016 il suo team si aggiudica l’Oscar per il miglior montaggio sonoro nel film “Mad Max: Fury Road”. Precedentemente avevano vinto due Emmy Awards per un paio di episodi delle miniserie televisive “John Adams” e “Games of Thrones”.
Insomma: KIRA the Best one yet.



L'Ora Illegale

0%